NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Per saperne di piu'

Approvo

POLITICA  SUI COOKIE

 

Cosa sono i cookie
I cookie sono dei piccoli file di dati che vengono memorizzati sul computer dell’utente durante la navigazione e svolgono varie funzioni come ricordare i dati del login ai servizi, raccogliere informazioni statistiche sulle pagine visitate, identificare il browser e il dispositivo utilizzati, selezionare contenuti e comunicazioni mirati a seconda delle proprie preferenze e altro ancora.

 

I cookie possono essere di vario tipo, a seconda della tipologia dati che memorizzano e di quanto tempo restano memorizzati sul dispositivo dell’utente.

I cookie di sessione, o temporanei sono quelli scadono o vengono cancellati alla chiusura del browser, mentre quelli persistenti hanno scadenze più lunghe (da pochi minuti a mesi interi) a seconda delle funzioni che svolgono. Sono proprio queste funzioni che distinguono i cookie in due categorie: tecnici e non tecnici (o di profilazione).

 

I cookie tecnici gestiscono i dati necessari all’erogazione delle pagine e facilitano la navigazione, permettendo, ad esempio, di non dover reinserire user e password per accedere a particolari servizi, di ricordare l’ultima pagina visitata o fino a che punto si è visto un video, di riconoscere il tipo di dispositivo in uso e di adattare le dimensioni delle immagini di conseguenza. I cookie tecnici consentono inoltre di effettuare analisi statistiche aggregate sulle pagine più visitate e sulle preferenze degli utenti, ma solo in forma anonima, e non vengono utilizzati per analizzare il comportamento o le preferenze dei singoli utenti.

 

I cookie di profilazione, invece, vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione ed erogare, ad esempio, contenuti, anche pubblicitari, mirati a particolari interessi.

I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).

 

Il sito ADFSalute utilizza sulle sue pagine cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza sul proprio sito, adattandolo, ad esempio al dispositivo in uso, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati.

 

Plug-in di terze parti (es Google, Facebook) raccolgono dati utilizzando i cookie per effettuare statistiche di navigazione.

 

I dati raccolti non saranno utilizzati direttamente dallo ADFSalute per profilazione a scopo commerciale. Non è comunque possibile assicurare il medesimo riguardo per plug-in di terze parti inclusi nel sito ADFSalute.

 

IN PRIMO PIANO

L’appello di ADF: superare le criticità correnti in un’ottica di sistema, individuare soluzioni di filiera e attuare misure urgenti di sostegno nella legge di Bilancio 2022

L’appello di ADF: superare le criticità correnti in un’ottica di sistema, individuare soluzioni di filiera e attuare misure urgenti di sostegno nella legge di Bilancio 2022

COMUNICATO STAMPA

Associazione Distributori Farmaceutici, aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia

DISTRIBUZIONE FARMACEUTICA

L’appello di ADF: superare le criticità correnti in un’ottica di sistema, individuare soluzioni di filiera e attuare misure urgenti di sostegno nella legge di Bilancio 2022

Sostenere il sistema salute facendo squadra: dall’assemblea ADF riparte il confronto fra tutti gli attori della filiera del farmaco, con l’obiettivo di individuare soluzioni condivise. La legge di bilancio e il dibattito sulla nuova remunerazione delle farmacie sono occasioni preziose da non perdere.

SUPERARE LE CRITICITÀ CORRENTI IN UN’OTTICA DI SISTEMA - Paolo Russo (Commissione Bilancio della Camera), Marco Cossolo (Federfarma), Gianni Petrosillo (Sunifar), Venanzio Gizzi (Assofarm), Luigi D’Ambrosio Lettieri (FOFI), Emilio Stefanelli (Farmindustria) e per ADF il Presidente Alessandro Morra e Ornella Barra, Past-President dell’Associazione, hanno preso parte alla Tavola Rotonda moderata da Laura Benfenati. Un’occasione di approfondimento e dialogo sui temi di maggior rilievo per il settore: finanziamento del SSN, dinamiche di mercato, remunerazione, futura nuova sanità territoriale, con una particolare attenzione riservata al servizio di distribuzione alle farmacie rurali, ancor più da tutelare e sostenere secondo tutti partecipanti al dibattito. Ripreso il confronto tra tutti gli attori coinvolti, occorre ora proseguire nel dialogo e proporre ai decisori politici soluzioni concrete e realizzabili per la salvaguardia di un settore vitale per i cittadini.

GLI STUDI CENSIS E SAPIENZA SUL VALORE SOCIALE ED ECONOMICO DELLA DISTRIBUZIONE INTERMEDIA

Importanti spunti di riflessione sono emersi dalle relazioni introduttive: Francesco Maietta (responsabile area Politiche sociali Censis) ha presentato le conclusioni del rapporto sul “Valore sociale della D.I.F.”: il 90 per cento degli italiani reputa fondamentale il ruolo della distribuzione intermedia; Giorgio Matteucci (DIAG-Sapienza Università di Roma) ha mostrato le criticità che affliggono la categoria attraverso l’analisi dei bilanci delle Aziende distributrici degli ultimi dieci anni. Criticità che penalizzano pesantemente l’anello centrale della filiera, la Distribuzione Intermedia: un servizio pubblico essenziale per la tutela della salute gestito da aziende private che garantiscono al SSN e ai cittadini capillarità, tecnologia all’avanguardia, competenza, professionalità, efficienza. Cerniera indispensabile fra produzione e dispensazione finale, la Distribuzione Intermedia assicura anche il collegamento fra Asl e farmacie. Un settore che, seppur ritenuto fondamentale, e che mai come in questo periodo storico ha confermato di essere, distribuisce in perdita i farmaci SSN. Infatti, con l’attuale remunerazione, su ogni confezione rimborsabile consegnata si registra una perdita media di 26 centesimi. Perdita che trova le sue radici nel drastico taglio al margine dei grossisti per i farmaci di classe A) imposto ex legge nel 2010: una misura che, pensata come temporanea, da oltre un decennio impatta sulle imprese con effetti non transitori bensì permanenti di sostanziale erosione della produttività. Finora i bilanci sono stati aiutati grazie ai ricavi derivanti dal mercato commerciale (OTC e parafarmaco) che tuttavia sconta la concorrenza dei grandi gruppi del commercio online.

LEGGE DI BILANCIO:  SENZA INTERVENTI URGENTI E’ A RISCHIO LA SOSTENIBILITA’ DEI SERVIZI E LA SANITA’ FUTURA

Nonostante questo il settore ha continuato ad erogare un servizio con i più alti standard di qualità ed efficienza ma, senza interventi urgenti di revisione della normativa vigente, la sostenibilità dei servizi, e quindi la sanità futura, rischiano di non essere garantiti. Cause regolatorie e di mercato presentano infatti elementi di forte criticità per il mantenimento dei livelli di servizio finora garantiti e mettono a rischio la sostenibilità delle Aziende distributrici, con il pericolo di disarticolare il servizio sanitario e generare ripercussioni negative anche su industria, farmacia e pazienti. E’ ormai improcrastinabile la necessità di intervenire per correggere gli squilibri di questa situazione con misure concrete e strutturali per il settore della distribuzione: sostenere l’anello centrale della catena di fornitura significa rafforzare il valore dell’intero comparto. Non c’è più tempo da perdere se si vuole realizzare un nuovo modello sostenibile per la futura sanità di territorio. Occorre che tutti contribuiscano a consolidare oggi le fondamenta di un nuovo modello di assistenza e distribuzione farmaceutica, individuando soluzioni, strumenti e risorse necessarie in una visione d’insieme, perché tutti insieme cooperiamo al raggiungimento dell’obiettivo comune: l’efficacia del servizio sanitario a tutela della salute dei cittadini. Oggi i tempi sono maturi, visto che il contesto dovuto alla pandemia e i segnali di ripresa dell’economia fanno intravedere la reale possibilità di attuare interventi legislativi straordinari. E’ un’occasione da non perdere.

ADF (Associazione Distributori Farmaceutici) è l’associazione di categoria aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia e alla federazione europea GIRP (European Healthcare Distribution Association). Rappresenta 34 aziende che coprono più del 60% del fatturato dei grossisti farmaceutici in Italia e attraverso oltre 100 siti logistici raggiungono più volte al giorno tutte le oltre 19.000 farmacie e gli altri esercizi autorizzati alla dispensazione del farmaco, effettuando più di 90.000 consegne giornaliere con mezzi di trasporto coibentati e refrigerati, che tenendo conto delle necessità di trasporto dei medicinali, assicurano la catena del freddo con il controllo e il monitoraggio delle temperature. I grossisti full-line all'interno di magazzini altamente automatizzati non trattano soltanto medicinali, bensì anche tutti i prodotti per la salute di pazienti e cittadini, mediamente 90/100.000 referenze. Oltre alla distribuzione convenzionata territoriale, va sottolineato il ruolo essenziale svolto dai distributori intermedi nella Distribuzione Per Conto delle Regioni (DPC), nelle attività di screening alla popolazione e nelle campagne per la vaccinazione antinfluenzale.

Per informazioni: ADF-Area Relazioni Esterne tel. 06-4870148

CENSIS, Grazie alla distribuzione intermedia farmaceutica possibili fino a 17 milioni di vaccinazioni al mese nelle farmacie

LOGHI ADF CENSIS FFS

COMUNICATO-STAMPA

Grazie alla distribuzione intermedia farmaceutica possibili fino a 17 milioni di vaccinazioni al mese nelle farmacie

Roma, 6 luglio 2021 – Vaccini: la distribuzione intermedia farmaceutica è pronta. Protagonista essenziale della sanità nella pandemia, garantendo sempre nei territori il 100% delle consegne di farmaci e dispositivi medici, la distribuzione intermedia farmaceutica rende possibile anche accelerare la vaccinazione di massa. Come? Vaccinando nelle farmacie, grazie all’arrivo rapido e in piena sicurezza dei vaccini garantito dai professionisti specializzati del settore: i distributori intermedi full-line. La loro efficienza consentirà di velocizzare la campagna vaccinale portando i vaccini nei presidi sanitari più prossimi alle vite degli italiani: le farmacie. Con 20 dosi al giorno per ciascuna delle 19.000 farmacie presenti sul territorio si vaccinerebbero quotidianamente 380.000 persone, cioè più di 11 milioni al mese, in aggiunta ai vaccinati negli hub. Con 30 dosi giornaliere somministrate per farmacia, sarebbero 17 milioni i vaccinati in un mese. Una spinta decisiva per l’attuale campagna vaccinale e per quelle eventuali future, resa possibile da professionalità e dotazioni tecnologiche del settore della distribuzione intermedia farmaceutica e dalle farmacie, protagoniste primarie della nostra sanità di prossimità. È quanto emerge dalla ricerca del Censis realizzata in collaborazione con ADF (Associazione Distributori Farmaceutici) e Federfarma Servizi (Associazione Nazionale delle Aziende di Distribuzione e Servizi di proprietà dei Farmacisti).

Farmaci e non solo garantiti al 100% (anche durante la pandemia). La distribuzione intermedia farmaceutica è un perno indispensabile della sanità vissuta quotidianamente dagli italiani. Con più di 50 imprese tra società private, cooperative di farmacisti e multinazionali aderenti alle due sigle di rappresentanza della categoria, 17.000 occupati, oltre 160 siti logistici dislocati sul territorio, 6.000 mezzi di trasporto e dotazioni di alta tecnologia per la conservazione in sicurezza dei farmaci, gli specialisti del settore effettuano mediamente 90.000 consegne di farmaci al giorno (quasi 28 milioni all’anno), garantendo qualità e tempestività del servizio (se il farmaco non è disponibile in farmacia, arriva entro tre ore). Il settore svolge un ruolo di cerniera tra l’industria farmaceutica, le farmacie e i cittadini. Consente di razionalizzare la distribuzione farmaceutica e genera risparmi per oltre 4 miliardi di euro all’anno, che altrimenti peserebbero sui conti delle farmacie e quindi sulle tasche dei pazienti. Sono i risultati eccellenti del settore che, nell’adempiere ad un obbligo di servizio pubblico altamente specializzato distribuisce in perdita economica, per disposizione normativa, i farmaci di classe A. La buona sanità di territorio del domani passa anche dal garantire la sostenibilità economica del settore della distribuzione intermedia farmaceutica.

L’apprezzamento degli italiani. Per 9 italiani su 10 la possibilità di disporre sempre dei farmaci di cui necessitano nella propria farmacia, oppure di averli comunque entro poche ore, quando non immediatamente disponibili, è una garanzia per la propria salute. Il 93,7% apprezza che il servizio venga assicurato anche nei comuni di piccole dimensioni, più difficili da raggiungere. Per l’82,1% la nuova sanità di territorio, di cui tanto si parla, non funzionerà senza l’indispensabile servizio puntuale della distribuzione farmaceutica presso le farmacie. E l’84,4% è convinto che per fare arrivare i farmaci a destinazione in piena sicurezza c’è bisogno di una grande professionalità, di capacità operative e di investimenti tecnologici rilevanti. Il settore della distribuzione intermedia farmaceutica è dunque decisivo per una sanità del futuro migliore, di prossimità, più vicina ai cittadini. E grazie alla professionalità ed efficienza dei suoi operatori consentirà di portare la vaccinazione anti-Covid nel canale più puntuale e ordinario: quello delle farmacie.

 

Allegati:
FileData DocumentoDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (Comunicato-Stampa CENSIS-ADF-FED SERV.pdf)Comunicato-Stampa CENSIS-ADF-FED SERV.pdf06/07/2021384 kB46

IL QUADERNO Luglio 2021

  • Copertina Q2 2021
    • IN PRIMO PIANO, Rapporto CENSIS sui Distributori Farmaceutici: il valore sociale della D.I.F.
    • Confcommercio, L’impatto socio-economico della pandemia (G. Scrofina)
    • Il Tavolo AIFA, Contrastare i furti farmaceutici , L. Brasola, F. Fantozzi)
    • Il Poligrafico dello Stato, Al servizio del cittadino e a supporto della PA
    • Scenari di mercato IQVIA, Analisi scontrino della farmacia 2020-2021 (F. Cavone)
    • Cybersecurity, La ricetta elettronica nell’emergenza pandemica (A. Grignani)

Grazie anche ai Farma-distributori accelera la vaccinazione anti-Covid in Italia Fondamentale la rete Farmacie-Distributori intermedi

Vaccini Covid IT

Banca Dati Regionale

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

ItaliaCMS

Calendario

Ottobre 2021
D L M M G V S
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
Nessun evento