NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Per saperne di piu'

Approvo

POLITICA CSAINCICLISMO SUI COOKIE

 

Cosa sono i cookie
I cookie sono dei piccoli file di dati che vengono memorizzati sul computer dell’utente durante la navigazione e svolgono varie funzioni come ricordare i dati del login ai servizi, raccogliere informazioni statistiche sulle pagine visitate, identificare il browser e il dispositivo utilizzati, selezionare contenuti e comunicazioni mirati a seconda delle proprie preferenze e altro ancora.

 

I cookie possono essere di vario tipo, a seconda della tipologia dati che memorizzano e di quanto tempo restano memorizzati sul dispositivo dell’utente.

I cookie di sessione, o temporanei sono quelli scadono o vengono cancellati alla chiusura del browser, mentre quelli persistenti hanno scadenze più lunghe (da pochi minuti a mesi interi) a seconda delle funzioni che svolgono. Sono proprio queste funzioni che distinguono i cookie in due categorie: tecnici e non tecnici (o di profilazione).

 

I cookie tecnici gestiscono i dati necessari all’erogazione delle pagine e facilitano la navigazione, permettendo, ad esempio, di non dover reinserire user e password per accedere a particolari servizi, di ricordare l’ultima pagina visitata o fino a che punto si è visto un video, di riconoscere il tipo di dispositivo in uso e di adattare le dimensioni delle immagini di conseguenza. I cookie tecnici consentono inoltre di effettuare analisi statistiche aggregate sulle pagine più visitate e sulle preferenze degli utenti, ma solo in forma anonima, e non vengono utilizzati per analizzare il comportamento o le preferenze dei singoli utenti.

 

I cookie di profilazione, invece, vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione ed erogare, ad esempio, contenuti, anche pubblicitari, mirati a particolari interessi.

I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).

 

Il sito ADFSalute utilizza sulle sue pagine cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza sul proprio sito, adattandolo, ad esempio al dispositivo in uso, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati.

 

Plug-in di terze parti (es Google, Facebook) raccolgono dati utilizzando i cookie per effettuare statistiche di navigazione.

 

I dati raccolti non saranno utilizzati direttamente dallo ADFSalute per profilazione a scopo commerciale. Non è comunque possibile assicurare il medesimo riguardo per plug-in di terze parti inclusi nel sito ADFSalute.

 

IMAGE Nuova remunerazione
Venerdì, 01 Febbraio 2019
  Riaperto il confronto nella filiera. Obiettivo sostenibilità ed efficienza   Le parole d’ordine sono Sostenibilità ed Efficienza,... Read More...

IN PRIMO PIANO

Nuova remunerazione

Nuova remunerazione

 

Riaperto il confronto nella filiera. Obiettivo sostenibilità ed efficienza

 

Le parole d’ordine sono Sostenibilità ed Efficienza, sostenibilità per il SSN e la filiera distributiva del farmaco ed efficienza per il cittadino. Queste le conclusioni a cui è arrivato il Tavolo della filiera distributiva, al suo primo incontro dopo la mancata proroga alla legge 135/2012 in materia di remunerazione.

L’incontro tenutosi nella sede di Assofarm, al quale erano presenti Federfarma, Federfarma Servizi e ADF, ha avviato la propria riflessione a partire dalla causa principale del progressivo depauperamento della farmacia italiana: la remunerazione della filiera è legata al prezzo medio del farmaco SSN che negli anni è diminuito vertiginosamente, soprattutto per la crescente diffusione della distribuzione diretta da parte delle ASL dei farmaci più costosi. Nel 2013 il valore della distribuzione diretta era di 5,8 miliardi di euro, nel 2017 è aumentato a quasi 9,3. Tutto ciò a fronte di una progressiva riduzione della spesa territoriale. Di fronte a questi dati così netti, il Tavolo ritiene che una riforma della remunerazione sia imprescindibile e debba, tra gli altri aspetti, anche sviluppare processi che riportino nella farmacia territoriale tutti i farmaci, ad esclusione di quelli che per motivi sanitari devono essere distribuiti nei presidi pubblici.

Tale prospettiva potrà certamente portare benefici logistici e terapeutici ai cittadini e al contempo dovrà essere sostenibile sia per la filiera che per la sanità pubblica.

La dimensione sistemica del tema spinge la filiera a richiedere un proprio coinvolgimento nel futuro Tavolo per la Governance istituito dal Governo: sarebbe questo infatti il contesto ideale per gestire le interrelazioni tra farmacia e gli altri protagonisti della sanità italiana.

Coerentemente con questo approccio maggiormente partecipativo, le sigle presenti all’incontro auspicano inoltre che ai prossimi incontri della Filiera partecipi anche la FOFI.

“Era necessario dare un segnale di dinamicità al Governo, ed era importante definire una visione strategica comune a tutti i soggetti della filiera. Direi che questo primo incontro ha centrato entrambi gli obiettivi” ha dichiarato il presidente di Assofarm Venanzio Gizzi al termine dei lavori.

“È necessario e urgente rivedere la remunerazione della farmacia, sganciandola dal prezzo del farmaco e valorizzando l’intervento professionale del farmacista che consente al SSN di migliorare l’assistenza e ridurre i costi evitabili, come quelli dovuti ai ricoveri conseguenti alla non aderenza alla terapia” ha affermato Marco Cossolo, Presidente di Federfarma.

“Confermiamo alla parte pubblica la nostra disponibilità per garantire come distribuzione farmaceutica il miglior livello di servizio alla collettività, cui va però riconosciuto il giusto valore sociale e l’adeguata sostenibilità economica” ha dichiarato il Presidente di Federfarma Servizi Antonello Mirone.

“E’ un momento cruciale per la tenuta del sistema distributivo a garanzia dell’efficienza della dispensazione del farmaco, ad evitare collassi come purtroppo verificatosi recentemente, mutatis mutandis, nelle infrastrutture viarie del Paese per la mancata valutazione dei rischi di deterioramento” ha detto il Presidente ADF Mauro Giombini.

Allegati:
FileData DocumentoDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (cs190201 congiunto sul Tavolo.pdf)Nuova remunerazione: riaperto il confronto nella filiera; obiettivo sostenibilità ed efficienza01/02/2019167 kB15

Il Quaderno Giugno 2018

Copertina Giugno 2018- Assemblea Adf 2018 all'insegna della collaborazione
- Facciamo luce sulla Falsified Medicines Directive (S. Novaresi - Knapp)
- Il Consorzio Dafne tra presente e futuro (D. Marazzi - Consorzio Dafne)
- I nuovi servizi Assinde per le aziende distributrici (G. Rende - Assinde)
- L'assemblea annuale del Girp (G. Colombo - Girp)
- Il futuro della Farmacia (F. Cavone - IQVIA)

Allegati:
FileData DocumentoDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (Il_Quaderno_Adf_GIUGNO_2018.pdf)Quaderno Giugno 201826/06/20183309 kB1302

Il nuovo numero del Quaderno (Dicembre 2018)

Copertina Dicembre 2018

 

 

- Editoriale, Quarant'anni di Ssn e otto anni di sotto-remunerazione dei farma-distributori (M. Giombini, ADF)

- Forum Meridiano Sanità, ripensare l'approccio alla salute (D. Bianco, The European House Ambrosetti)

- Digital strategy in farmacia (F. Benfenati, iFarma)

- Mercato, veterinaria in farmacia (F. Cavone, IQVIA)

- Dall'Europa, la conferenza autunnale GIRP (G. Colombo, GIRP)

- Fondazione Gigi Ghirotti, il Centro di Ascolto

Mauro Giombini (ADF): “Troppe autorizzazioni improprie minano l’integrità del canale industria-grossista-farmacia, che è e resta assolutamente affidabile”

Mauro Giombini (ADF): “Troppe autorizzazioni improprie minano l’integrità del canale industria-grossista-farmacia, che è e resta assolutamente affidabile”Martedì 10 Aprile 2018

COMUNICATO-STAMPA ADF

Associazione Distributori Farmaceutici, aderente a Confcommercio

Blitz dei NAS contro la criminalità in farmacia

Mauro Giombini (ADF): “Troppe autorizzazioni improprie minano l’integrità del canale industria-grossista-farmacia, che è e resta assolutamente affidabile”

                           

La vicenda della farmacia Caiazzo – già all’attenzione da un paio d’anni delle autorità investigative – e da allora fornita con cautela dai distributori – spinge all’interrogativo se manchino le regole o i controlli.

“Di regole siamo pieni, è noto che in Italia si legifera più che altrove; il problema sta nella loro applicazione, spesso approssimativa – dichiara Mauro Giombini, Presidente dell’Associazione Distributori Farmaceutici (ADF). La legge 219 richiede requisiti stringenti per autorizzare l’attività di grossista di farmaci – prosegue Giombini –ma alcune Regioni sono “generose” nelle concessioni e hanno fatto nascere una categoria spuria di farmacista/pseudo-grossista.

L’ADF è in prima linea contro il crimine farmaceutico sin dai tempi della partecipazione alla task-force Impact Italia coordinata dall’AIFA, ha collaborato poi con la Commissione d’inchiesta di cui è stato Relatore l’on. Paolo Russo ed è sempre disponibile a fornire il contributo della categoria nell’interesse dell’integrità del canale-farmacia e del servizio efficiente e sicuro per il cittadino.

Quanto mai opportuna, quindi – conclude Giombini – l’iniziativa dell’Ordine dei Farmacisti di Roma che prende il via con il convegno di domani”.

 

L’ADF – aderente a Confcommercio ed al GIRP (European Healthcare Distribution Association) - riunisce 31 aziende che rappresentano il 62% del fatturato intermediato dai grossisti in Italia. Attraverso 119 siti logistici raggiunge fino a quattro volte al giorno tutte le oltre 18.000 farmacie e gli altri esercizi autorizzati alla dispensazione del farmaco, effettuando oltre 90.000 consegne al giorno con mezzi di trasporto coibentati, refrigerati, che tengono conto delle necessità di trasporto dei medicinali, quindi catena del freddo, temperature controllate e monitorate.

Ma il grossista full-line all'interno di magazzini altamente automatizzati non tratta soltanto medicinali, bensì tutti i prodotti venduti in farmacia, mediamente 90/100.000.

Oltre alla distribuzione convenzionata territoriale, va inoltre sottolineato il ruolo essenziale svolto dai distributori intermedi nella Distribuzione Per Conto delle Regioni (DPC).

Per informazioni: ADF-Area Relazioni Esterne tel. 06-4870148

Allegati:
FileData DocumentoDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (2018-04-10 Criminalità infiltrata in farmacia, blitz dei Nas, 13 arresti a Milano.pdf)RifDay-Criminalità infiltrata in farmacia, blitz dei Nas, 13 arresti a Milano10/04/2018214 kB217
Scarica questo file (Comunicato stampa ADF-10-04-2018.pdf)Comunicato-stampa ADF 10-04-201810/04/2018290 kB172

Banca Dati Regionale

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

ItaliaCMS

Calendario

Febbraio 2019
D L M M G V S
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28
Nessun evento